Corso Medici ET - Trasporto del Paziente

CLASSIFICAZIONE DEI PAZIENTI IN BASE ALLA "STABILITA'"

PAZIENTE IN FASE

TIPO DI PATOLOGIA

TRATTAMENTO

CRITICAL(*)

Arresto cardiaco
Arresto respiratorio
Necessità di ventilazione

Rianimazione primaria e trasporto rapido

UNSTABLE

Depressione respiratoria
Depressione del SNC
Ustioni > 18%
Segni di shock
Semiannegamento
Criteri di traumi maggiori
Convulsioni

POTENTIALLY UNSTABLE

Lesioni maggiori isolate
Difficoltà respiratorie
Ustioni < 9%
Breve convulsione

Valutazione secondaria
e trattamento durante il trasporto

STABLE

Lesioni minori
Malattie non critiche
Ustioni minori
Lesioni non complicate alle estremità

Valutazione secondaria e trattamento sul posto

(*): Nei pazienti critici, è prioritario risolvere la situazione clinica prima di intraprendere il trasporto.

PREPARAZIONE AL TRASPORTO

  1. ABC
  2. Asse spinale (il cucchiaio non è un presidio da trasporto!!!)
  3. ACCESSO VENOSO PERIFERICO SEMPRE!!!
  4. Sondino Naso-Gastrico: indicato nei pazienti con alto rischio di vomito, nelle emorragie alte del tratto GE, nei politraumatizzati; è controindicato nei traumi accertati o anche solo sospetti della base cranica e nei soggetti con abolizione del riflesso faringeo
  5. Catetere Vescicale: indicato per il monitoraggio della diuresi e per evitare la formazione del globo vescicale nei pz. cui si somministrano diuretici ev; controindicato nei traumi pelvici e/o perineali in cui si sospetti lesione dell'uretra

MONITORAGGIO PRE-OSPEDALIERO

La fase del trattamento pre-ospedaliero rappresenta senza dubbio il periodo di maggior rischio per il paziente, soprattutto per quanto concerne l'imprevedibilità dell'evoluzione sia della situazione clinica sia degli eventi annessi.

Occorre sempre considerare:

  • tipologia del paziente: anamnesi positiva per patologie importanti
  • tipologia del danno (chiuso, penetrante)
  • tempo di trasporto versus tempo di trattamento/preparazione sul posto
  • utilità dei parametri rilevati

Nell'ambito del trattamento pre-ospedaliero, il monitoraggio viene considerato:

Probabilmente utile Pazienti internistici con patologie pre-esistenti
Shock di qualsiasi natura
Insufficienza respiratoria acuta
Accidente cerebro-vascolare acuto
Trauma chiuso
Probabilmente inutile Trauma minore in soggetto sano
Trauma penetrante (LOAD AND GO)