Corso Medici ET - Emergenze Pediatriche

GENERALITA'

  • Il bambino non è un adulto in miniatura
  • Considerare sempre il fattore psicologico (sopra i 6 mesi di vita): ogni atto cruento è considerato dal piccolo paziente come un'aggressione
  • Azione sui genitori: i bambini si rapportano all'atteggiamento dei genitori
  • Sopra i 6-7 anni, agire cercando di ottenere la loro fiducia: spiegare quello che si sta facendo e perché lo si sta facendo
  • Nel paziente pediatrico è caratteristica l'evolutività della situazione clinica

PARAMETRI VITALI NEL PAZIENTE PEDIATRICO

ETA'

FC

GC

FR

Neonato (0 - 30 gg)
Lattante
2 anni
8 anni
15 anni

140 - 200
120
115
85
70

750
1300
1750
3500
5500

30 - 60
30 - 40
20 - 25
16 - 20
12 - 16

Occorre ricordare sempre che, ovviamente, frequenza cardiaca e frequenza respiratoria sono aumentate nel pianto e nella febbre.

LA GESTIONE DELLE VIE AEREE NEL PAZIENTE PEDIATRICO

  • Nel paziente pediatrico, il laringe è posto in avanti ed in alto rispetto all'adulto; la forma è tronco-conica, non cilindrica;
  • La gabbia toracica presenta movimenti di espansione diversi, e diversi sono i punti di repere per il MCE.
  • Durante il processo meccanico della respirazione, i bambini usano molto i muscoli accessori.
  • Nell'ambito del tessuto polmonare sono, in proporzione, maggiori le vie aeree di piccolo calibro: ciò causa necessariamente un adeguamento nelle pressioni di ventilazione

Per quanto concerne le vie aeree stesse,

  • Lo sviluppo anatomo-istologico continua fino ai 10-12 anni
  • Il tessuto cartilagineo e la componente elastica maturano intorno all'età scolare
  • Nel paziente pediatrico è minore la componente elastica e del collageno, ed è quindi più frequente l'insorgenza di edema polmonare
  • Il laringe nel lattante e bel bambino è posto anteriormente, e quindi è più difficile da visualizzare
  • Fino a 8 anni la forma del laringe è conica. IL CONO IPOGLOMICO E' IL PUNTO PIU' STRETTO DELLE VIE AEREE DEL BAMBINO: questa è la sede elettiva di stazionamento dei corpi estranei. Questo dato condiziona anche la controindicazione al tubo cuffiato fino agli 8 anni circa.
  • Le piccole vie aeree rappresentano il 20% delle resistenze nell'adulto, ma arrivano fino al 50% nel paziente pediatrico: ciò si traduce in un aumento del lavoro respiratorio, ed in un aumento nel rischio di ostruzione
  • Sopra 1-2 anni di vita può essere mantenuta una lieve iperestensione del capo; al di sotto di tale età occorre mantenere una posizione neutra

IOT PEDIATRICA

INDICAZIONI ALL'IOT:

  • In tutti i casi in cui la ventilazione in maschera non è sufficiente o efficace
  • Apnea
  • Insufficienza dei muscoli respiratori (malattie neuro-muscolari)
  • Inadeguato controllo neurologico della ventilazione
  • Ostruzione delle vie aeree superiori
  • Affaticamento da aumentato lavoro respiratorio
  • Assenza dei riflessi di protezione delle vie aeree (elevato rischio di inalazione)

VANTAGGI DELL'IOT:

  • Miglior controllo delle vie aeree
  • Non si ha distensione gastrica
  • Non si ha rischio di inalazione del contenuto gastrico
  • Possibilità di fornire un flusso preciso
  • Miglior ventilazione alveolare
  • Possibilità di somministrare farmaci per via endotracheale

MISURE DEI TUBI DA UTILIZZARE IN RAPPORTO ALL'ETA':

  • Pretermine: 2,5 - 3
  • Termine: 3
  • Lattanti e bambini: Età:4/4 + 4
  • Profondità del tubo: diametro x 3, VERIFICANDO CON L'ASCOLTAZIONE IL CORRETTO POSIZIONAMENTO

CRISI D'ASMA NELL'ETA' PEDIATRICA

  1. Somministrare ossigeno
  2. Salbutamolo 0,15 mg/kg ogni 20 minuti per 1 ora (Broncovaleas 6 gocce ogni 10 Kg)
  3. Metilprednisolone 1-2 mg/kg ev/im
  4. Ipratropio bromuro 0,125 - 0,25 mg per aerosol (Ventolin 1 - 2 puff con distanziatore)
  5. Adrenalina 0,1 ml di soluzione 1.10.000

CRISI COMIZIALE NELL'ETA' PEDIATRICA

  1. Somministrare ossigeno al 100%
  2. Evitare traumatismi
  3. Controllare la glicemia
  4. Valium 0,5 mg/kg: 1/2 fiala se < di 3 anni per via rettale o ev; 1 fiala se > di 3 anni, per via rettale o ev
  5. Micronoan ER 0,5-1 mg/kg, ATTENZIONE ALLA DEPRESSIONE RESPIRATORIA

ADRENALINA: 0,6 X PESO IN KG = MG DA SOMMINISTRARE